Remove this ad

Lead

Sep 28 12 9:00 AM

Tags : :

Buongiorno a tutti! oggi sono andata sul forum Rai per inserire alcuni messaggi e ho scoperto che da lunedì è in sola lettura in vista della dismissioni della piattaforma. Pensate che si possa riprendere qui il lavoro prezioso di condivisione un po' più capillare che facevamo lì? Da parte mia sono disponibile a continuare il lavoro di raccolta per alcune trasmissioni (Uomini e profeti, Momus, lezioni di musica). Per questioni di impegni di lavoro riesco a seguire sul serio solo un forum alla volta, quindi ora posso essere più attiva qui.
A presto
Frencytante

Cita    Reply   
Remove this ad
Remove this ad

#1 [url]

Sep 28 12 11:36 AM

Grazie Frencytante, questo è sempre stato uno spazio aperto, possiamo utilizzarlo in tutti i modi che vogliamo. Fino a oggi gli obiettivi erano più orientati alla segnalazione di contenuti interessanti e - possibilmente - alla discussione sulle cose ascoltate. Non potrei certo affermare che la discussione sia un fiume in piena, ma credo che siamo riusciti a mettere molte cose stimolanti sul piatto. 
Esattamente come era avvenuto con la piattaforma RAI, anche questo forum può svolgere un ruolo più di servizio e archivio, anche se il metodo classicamente utilizzato (quello della condivisione attraverso file depositati su dischi "on the cloud" alla Mediafire) sta cominciando a entrare in conflitto con le normative anti-pirateria e quindi con le tecniche di controllo implementate per applicarle. Per farla breve: i file custoditi su Mediafire e compagnia potrebbero andare incontro a improvvise richieste di blocco da parte di presunti "titolari di copyright" che si servono di strumenti automatici e finiscono per attribuirsi diritti di proprietà che non hanno.
Questo per dire che la cortese offerta di Frencytante è sicuramente ben accetta e contagiosa nel suo entusiasmo. Ma forse nel corso del tempo dovremo affrontare anche una discussione sull'evoluzione tecnica del motore di Radiopassioni, il forum! e dei metodi scelti per preservare e condividere contenuti di natura culturale generalmente poco apprezzati e tutelati, se non all'interno di nicchie come la nostra (non per fare un discorso elitario - anzi l'idea di un forum come questo va anche in direzione di una maggiore divulgazione - ma un po' mosche bianche lo siamo).
Non so se Frency e gli altri ritengono opportuno che a una vocazione più archivistica di RPF corrisponda un cambiamento o meglio, un allargamento della sua struttura, con voci che permettano di arrivare più facilmente ai programmi, in particolare di Radio 3, regolarmente conservati. Ma questo forse ci darebbe un aspetto un po' rigido e anonimo. In ogni caso voglio ribadire che la visibilità e la accessibilità dei contenuti anche ai non iscritti al forum resterà garantita.

Andrea

Cita    Reply   
avatar

mariu

superstar

Posts: 852

#2 [url]

Sep 28 12 1:30 PM

Frencytante, Andrea, amici di Radiopassioni,

la prima cosa che mi e' venuto in mente di fare e' copiare tutto il contenuto del forum I nostri podcast e caricare qui la cartella zippata, che si trova in allegato.

L'esperienza e la condivisione del forum Rai devono continuare ...

mariu



Click here to view the attachment

W la Liberté

Cita    Reply   
avatar

r3fan

primi passi

Posts: 26

#4 [url]

Sep 29 12 10:14 AM

beh, meglio così; meglio un forum morto che un forum zombie al quale non erano consentite nuove iscrizioni; alla Rai della nuova piattaforma interessano solo i numeri di Facebook e Twitter (qui non c'è un emoticon con la linguaccia).
Spero che gli affezionati utenti di INP migrino in massa su Radiopassioni dove saranno benvenuti e ben accolti.
cordiali saluti,
luciano

Cita    Reply   

#5 [url]

Sep 29 12 10:52 PM

Grazie a te e a tutti voi! Credo anch'io che si dovrà affrontare il problema dell'archiviazione. Ho avuto un problema con Mediafire in agosto. Mi è arrivato un messaggio in cui un file di uomini e profeti (sfide della Chiesa di oggi) era stato bloccato perchè sospetto di violazione di copyright, ho provato a scrivere, ma non hanno mai risposto. Allora l'ho cancellato e ricaricato con il nome leggermente cambiato. la cosa strana è che sembrava collegato a tutta una serie di anime giapponesi, che non hanno niente a che fare con quello che ho caricato sul mio account nè mai caricherò. 
A presto
Eleonora

Cita    Reply   
avatar

r3fan

primi passi

Posts: 26

#7 [url]

Sep 30 12 3:30 PM

lo "Storage",
eh sì, cari amici, l'archiviazione e condivisione dei nostri amati podcast è sempre stata la nota dolente di questa passione; il fatto che la rai (servizio pubblico che attinge ad una tassa obbligatoria) pur avendone i mezzi non mantenga i podcast accessibili a tempo indeterminato è stato la molla iniziale che ci ha spinto a salvarli su vari servizi di filehosting; dapprima su XDrive, poi via via su altri in una continua ricerca di affidabilità, continuità e semplicità di fruizione senza mai ottenere una soluzione soddisfacente; tant'è che ora sono arrivati questi vessanti robot legulei cacciatori di taglie, i bounty-killer del copyright, a rompere le uova nel paniere.
Migrare su altri servizi costa troppo tempo, stress e soprattutto tanta sempre_insufficiente banda di upload e non cambia la natura del problema se non temporaneamente.
Che fare? A volte mi chiedo se non convenga un cambio totale di strategia: passare da un sistema basato su hosting centralizzato ad un sistema di condivisione p2p con storage distribuito sui pc degli interessati/partecipanti che condividono i podcast in loro possesso. Ma immagino già i vostri dubbi; come tutte le cose ci sono i pro ed i contro; a fianco dell'innegabile vantaggio di non aver a che fare con i servizi più o meno fastidiosi dei file-hosting e di una ottimizzazione e sinergia del traffico di rete p2p necessario a conseguire la condivisione e di una comoda automazione del download di numerosi file simultanei, per contro abbiamo la necessità di installazione di software dedicato, di configurazione del pc e di un'apprendimento all'uso non banale come un click del browser su un link, la fruibilità dei file non è immediata e dipende pesantemente dalla numerosità dei partecipanti presenti online con i file richiesti; ci sono anche considerazioni sull'opportunità/volontà di tenere accesi pc anche quando non servono per altri impieghi (va detto che come alternativa ci sono in commercio dei sistemi di storage di rete da collegare al proprio router, di varia capacità e basso consumo che incorporano anche il software necessario alla condivisione p2p e sono gestibili in remoto dal proprio pc o persino da uno smartphone).
Dico questo non tanto per sollecitare una o l'altra scelta ma per ragionarci sù e vedere se possiamo trovare un'alternativa alla prassi attualmente usata.
saluti, luciano

Cita    Reply   
Remove this ad
avatar

mariu

superstar

Posts: 852

#8 [url]

Oct 1 12 2:12 AM

Caro Luciano,  grazie per le tue considerazioni;  penso anch'io che sarebbe opportuno ricorrere a un sistema piu' sicuro di storage.
Mi auguro che  il tuo intervento abbia un  seguito per trovare una soluzione.
mariu

W la Liberté

Cita    Reply   

#9 [url]

Oct 2 12 2:29 PM

In effetti vista la grande diffusione di soluzioni NAS a prezzo abbordabile (un disco NAS, network attached storage) è in pratica un file server autonomo collegato alla rete locale, con dentro tutto il necessario per apparire come un archivio), mi è venuto in mente di cercare qualche soluzione di file hosting/sharing open source. Ho scoperto che molti di questi sistemi sono utilizzati dalle università per le loro necessità di distribuzione documentale. Un repertorio di soluzioni è disponibile qui:
https://wikispaces.psu.edu/display/EmergingTechnologies/Synopsis+of+file+sharing+options
ci sono diverse idee divertenti, già implementate come servizio.
Per i dischi NAS viene per esempio in mente Synology
http://www.synology.com/products/product.php?product_name=DS411slim&lang=ita
In ogni caso una grossa difficoltà per un "Mediafire fatto in casa" è il problema della connettività. E' vero che Adsl arriva dappertutto ed è always on, ma in genere sono linee asimmetriche, se lo scopo è servire *verso* la rete, la velocità può essere troppo bassa.
Andrea

Cita    Reply   
avatar

gazal

primi passi

Posts: 16

#10 [url]

Oct 27 12 9:08 PM

ciao!

innanzitutto un grazie a tutti per il vostro servizio di condivisione, in particolare a Frencytante e Mariu per la loro grandiosa opera sul vecchio sito rai.

Be', uno dei lati positivi della chiusura del vecchio forum è che ora posso iscrivermi qui e scrivere, dopo anni di sola lettura..grrrrr...! (la nuova community rai è...penosa...stendiamo un velo..).
Spero tanto che sarà ancora possibile in futuro poter fruire dei podcast, in effetti quello dello storage è un bel problema.. Suggerisco per il momento di creare almeno un altro mirror dei file presenti su Mediafire (non si sa mai che il sito faccia scherzetti e blocchi l'accesso...), utilizzando altri servizi gratuiti, e nel frattempo cercare altre soluzioni. Magari si potrebbe cercare una collaborazione con qualche ente / sito / portale. Ci potrebbero essere dei problemi di copyright, a dire il vero, ma su questo non sono molto ferrato... (contattare mamma rai per avere l'autorizzazione, dato che loro non si curano molto della cosa?).

un saluto e buon lavoro!


Cita    Reply   
avatar

mariu

superstar

Posts: 852

#11 [url]

Oct 28 12 5:20 PM

Benvenuto, gazal!


Suggerisco per il momento di creare almeno un altro mirror dei file presenti su Mediafire (non si sa mai che il sito faccia scherzetti e blocchi l'accesso...), utilizzando altri servizi gratuiti, e nel frattempo cercare altre soluzioni.


Concordo sulla precarieta' di MediaFire, pero' non conosco altri servizi gratuiti che permettano una permanenza abbastanza lunga dei file ospitati ... Tu ne conosci?

Ciao ciao
mariu



W la Liberté

Cita    Reply   
avatar

alephp

primo sguardo

Posts: 3

#12 [url]

Oct 28 12 6:17 PM



Il problema del copyright esiste. Tutti i contenuti distribuiti dalla RAI hanno sopra tutti i diritti (di autore, di editore, di distribuzione e così via).
Certo, uno scambio di file tra amici è diverso da usare i contenuti per farne commercio. Personalmente ho perso il filo tra le leggi italiane ed europee, proposte o varate, attorno al problema.
Se qualcuno è in grado di fare luce su questo tema penso possa essere di interesse.

Per altro la RAI ha ultimamente cominciato a riproporre gratuitamente i suoi contenuti su iTunes: ad esempio "alle otto della sera" e sulla stessa piattaforma si possono trovare molti podcast: uno per tutti "ad alta voce" che segue direttamente la programmazione in diretta. Quale sia la strategia è difficile a dirsi. Questa la ragione per cui ho comunque il mio archivio privato sul mio HD e DVD mettendoli a posto su iTunes.

Per altro qualcuno ha cominciato a fare dei podcast proprio su iTunes Store ripulendo i podcast della RAI e non solo. L'ha chiamato "I classici delle letteratura". Non pare nessuno gli abbia detto nulla (fino ad ora). Come storage sarebbe splendido...

Per lo scambio file io da tempo utilizzo dropbox ma solo per mettere a disposizione i file (anche podcast) di miei parenti dall'altra parte del mondo o di alcuni amici. Credo possa essere difficile usarlo per scambiare file tra alcune centinaia di utenti e comunque amministrare il box, se la gente comincia a spostare file senza copiarli, è complicato.
 Per altre idee si può cominciare a guardare qui : http://alternativeto.net/software/mediafire/?platform=online


Cita    Reply   
Scrivi una risposta

Risposta rapida

bbcode help